L'acido Ialuronico (HA) è una sostanza prodotta naturalmente dal corpo umano, viene sintetizzato sulla superficie interna della membrana plasmatica cellulare ed è uno dei componenti più importanti dei tessuti connettivi. La molecola di HA ha pesi molecolari diversi, e a seconda della lunghezza del polimero può svolgere diverse funzioni e ruoli. L' acido ialuronico con peso molecolare basso mostra una viscosità inferiore che incrementa la permeabilità tissutale stimolando la riparazione dei tessuti.

Studi scientifici affermano che l’acido Ialuronico ha un ruolo fondamentale nelle lesioni tissutali (1), regolando l’attivazione delle cellule infiammatorie e la risposta immunitaria, nonché il comportamento delle cellule epiteliali e dei fibroblasti (2), per una rapida e corretta guarigione delle ferite. 

Altra importante proprietà dell’ Ac. Ialuronico a basso peso molecolare, è di essere altamente idrofilo, circondato da una sfera di molecole d’acqua; infatti le sue molecole, con carica negativa richiamano acqua, determinando una azione idratante e soprattutto ripristinando l'elasticità dei tessuti. 

L’acido ialuronico possiede anche una spiccata azione antiossidante. Tale sostanza è quindi in grado di interferire direttamente con i meccanismi patogenetici della IPP contrastando il processo infiammatorio dove è presente uno stato di forte stress ossidativo e ostacolando in maniera diretta il processo di fibrosi tipico della malattia (3;4). Infatti la tunica albuginea è ricca di Acido Ialuronico, tale sostanza naturale controlla la diffusione di sostanze nutrienti nel tessuto connettivo richiamando acqua e contrastando l’effetto delle citochine infiammatorie (effetto anti-infiammatorio).

L’Acido Ialuronico finora è stato utilizzato, nella terapia della Malattia di La Peyronie, tramite infiltrazioni intra-placca, (5;6;7); quindi la sua somministrazione percutanea con l’idroforesi rappresenta un ulteriore evoluzione per la terapia medica che negli ultimi anni si è contraddistinta per un approccio non traumatico e mini-invasivo nei confronti della malattia (vedi ionoforesi/idroforesi e iniezioni peri-placca a base di Pentossifillina, Verapamil, Cortisonici e antiossidanti per os).

IonoBrea IDRO® è un apparecchio digitale innovativo che, grazie a programmi appositamente studiati, è in grado di produrre particolari forme d'onda che permettono il trasporto attivo attraverso l'epidermide di molecole sia a basso che ad alto peso molecolare, senza danneggiarla; infatti permette la veicolazione transdermica di farmaci (Pentossifillina ,Acido Ialuronico , Verapamil ,Cortisonci) per il trattamento dell'Induratio Penis Plastica (IPP).

IonoBrea IDRO® è stato progettato per eseguire una terapia loco-regionale a livello della tonaca albuginea, limitando così gli effetti sistemici del farmaco ed evitando o riducendo l'azione invasiva e dolorosa dell'iniezione periplacca peniena e consente di effettuare a domicilio la terapia medica della malattia di La Peyronie, seguendo gli schemi terapeutici del medico specialista.  La possibilità di utilizzare l’idroforesi come veicolazione transdermica dell’Acido Ialuronico all’interno dei corpi cavernosi, sede della malattia di La Peyronie senza traumatizzare ulteriormente la porzione anatomica interessata rappresenta una vera svolta nella terapia medica in quanto:

  • aumenta l’effetto anti-infiammatorio, anti-ossidante, anti-fibrotico e anti-calcifico della terapia in corso 
  •  l’ Ac. Ialuronico in virtù del suo peculiare effetto “elasticizzante” determinerà un più veloce effetto positivo sulla riduzione della deformazione presente (curvatura, clessidra, accorciamento, avvallamento, torsione etc).
  •  l’ Ac.Ialuronico si inserisce perfettamente nello schema terapeutico della malattia di la Peyronie sfruttando l’intervallo terapeutico delle 48 ore per la pentossifillina e/o verapamil . Sarà possibile quindi utilizzare l’apparecchio di idroforesi tutti i giorni alternando ogni 24 ore Pentossifillina (8;9;10;11) e/o Verapamil e Ac. Ialuronico (12).
  •  l’associazione idroforetica dell’ Ac. Ialuronico con la Pentossifillina riduce conseguentemente la durata totale della terapia medica.

Bibliografia

  1. Litwiniuk, M., Krejner, A., Speyrer, M. S., Gauto, A. R., & Grzela, T. (2016). Hyaluronic acid in inflammation and tissue regeneration. Wounds, 28(3), 78-88
  2. Dianhua Jiang 1, Jiurong Liang, Paul W Noble Hyaluronan as an immune regulator in human diseases Physiol Rev. 2011 Jan;91(1):221-64.
  3. Corrêa, M. E. A. B., dos Santos Haupenthal, D. P., Mendes, C., Zaccaron, R. P., de Roch Casagrande, L., Venturini, L. M., ... & Silveira, P. C. L. (2020). Effects of Percutaneous Collagen Induction Therapy Associated with Hyaluronic Acid on Inflammatory Response, Oxidative Stress, and Collagen Production. Inflammation, 43(6), 2232-2244.
  4. Salwowska, N. M., Bebenek, K. A., Żądło, D. A., & Wcisło Dziadecka, D. L. (2016). Physiochemical properties and application of hyaluronic acid: a systematic review. Journal of cosmetic dermatology, 15(4), 520-526.
  5. Zucchi, A., Costantini, E., Cai, T., Cavallini, G., Liguori, G., Favilla, V., ... & Mirone, V. (2016). Intralesional injection of hyaluronic acid in patients affected with Peyronie's disease: preliminary results from a prospective, multicenter, pilot study. Sexual medicine, 4(2), e85-e90.
  6. Favilla, V., Russo, G. I., Zucchi, A., Siracusa, G., Privitera, S., Cimino, S., ... & Morgia, G. (2017). Evaluation of intralesional injection of hyaluronic acid compared with verapamil in Peyronie's disease: preliminary results from a prospective, double blinded, randomized study. Andrology, 5(4), 771-775.
  7. Gennaro, R., Barletta, D., & Paulis, G. (2015). Intralesional hyaluronic acid: an innovative treatment for Peyronie’s disease. International urology and nephrology, 47(10), 1595-1602.
  8. Smith, J. F., Shindel, A. W., Huang, Y. C., Clavijo, R. I., Flechner, L., Breyer, B. N., ... & Lue, T. F. (2011). Pentoxifylline treatment and penile calcifications in men with Peyronie's disease. Asian journal of andrology, 13(2), 322.
  9. Paulis, G., Barletta, D., Turchi, P., Vitarelli, A., Dachille, G., Fabiani, A., & Gennaro, R. (2016). Efficacy and safety evaluation of pentoxifylline associated with other antioxidants in medical treatment of Peyronie’s disease: a case-control study. Research and reports in urology, 8, 1.
  10. àShindel, A. W., Lin, G., Ning, H., Banie, L., Huang, Y. C., Liu, G., ... & Lue, T. F. (2010). Pentoxifylline attenuates transforming growth factor-β1-stimulated collagen deposition and elastogenesis in human tunica albuginea-derived fibroblasts part 1: impact on extracellular matrix. The journal of sexual medicine, 7(6), 2077-2085.
  11. Lin, G., Shindel, A. W., Banie, L., Ning, H., Huang, Y. C., Liu, G., ... & Lue, T. F. (2010). Pentoxifylline attenuates transforming growth factor-β1-stimulated elastogenesis in human Tunica albuginea-derived fibroblasts part 2: Interference in a TGF-β1/smad-dependent mechanism and downregulation of AAT1. The journal of sexual medicine, 7(5), 1787-1797.
  12. Carlo Maretti, Giorgio Cavallini* Hydroelectrophoresis for Transdermal Administration of Verapamile or of Hyaluronic Acid in Peyronie's Disease: A Prospective, Open Label, Multicenter Study Advances in Andrology & Gynaecology (ISSN: 2688-8769)

confezione totargin

L'obiettivo del presente studio prospettico, randomizzato, multicentrico era di valutare l'efficacia e la tollerabilità di tadalafil 5 mg e L-arginina 2,5 gm in monoterapia e terapia di associazione in pazienti affetti da vari gradi di Disfunzione Erettile. Un effetto sinergico della terapia di combinazione Tadalafil plus L-Arginina è plausibile in pazienti affetti da disfunzione erettile...

Leggi tutto: Arginina e Disfunzione Erettile

La malattia di Peyronie (PD) o Induratio Penis Plastica (IPP) è un'infiammazione cronica della tunica albuginea dei corpi cavernosi che causa una placca inelastica con conseguente deformazione del pene.

Sebbene la sua eziologia non sia completamente nota, vi è un consenso generale sul fatto che la Peyronie Disease sia trasmessa geneticamente e secondariamente da un trauma al pene.
Negli ultimi anni numerosi studi hanno dimostrato il ruolo svolto dallo stress ossidativo nella patogenesi della malattia di La Peyronie, e altri studi hanno descritto il successo dell'uso di antiossidanti nel trattamento della P.D.

Leggi tutto: Induratio Penis Plastica e Antiossidanti
pentossifillina

La Pentossifillina è un derivato xantinico con proprietà antitrombotiche, antinfiammatorie e antifibrotiche

(formula chimica C13H18N4O3)

Il farmaco aumenta l'elasticità dei globuli rossi, promuove la disgregazione piastrinica e riduce la viscosità del sangue, determinando un miglioramento della microcircolazione e contemporaneamente un aumento del livello di ossigeno nei tessuti.

Come altre xantine metilate e derivati xantinici, la pentossifillina è un inibitore della fosfodiesterasi aspecifico che regola la down regulation dell'ormone TGFβ1 e gli aumenti dell’attività fibrinolitica; in quanto determina una riduzione della sintesi di collagene (tipico costituente delle placche fibrotiche).

Leggi tutto: Induratio Penis Plastica e Pentossifillina

Diversi studi hanno dimostrato che nella malattia di Peyronie una 'terapia di combinazione' tra diversi farmaci è in grado di ottenere migliori risultati rispetto ad una terapia di un solo farmaco somministrato separatamente.

Leggi tutto: Induratio Penis Plastica e Propolberry 3P

Negli USA l'FDA ha approvato l'utilizzo di Xiaflex per il trattamento della malattia di Peyronie o Induratio Penis Plastica. Il farmaco è una combinazione di due collagenasi purificate prodotte da clostridium, che distruggono per reazione enzimatica il tessuto fibroso o la placca di collagene, riducendo la contrattura. La Collagenasi di clostridium hystoliticum (Xiaflex) è indicato per la malattia di La Peyronie e per la contrattura di Dupuytren.

Leggi tutto: Induratio Penis Plastica e Xiaflex

Alcuni Studi hanno dimostrato che, nella maggior parte dei pazienti affetti da Induratio Penis Plastica (pene curvo) è presente una fibrosi che interessa tutta la tunica albuginea, mentre la placca o nodulo evidenziato con l'ecografia e spesso sensibile al tatto non è altro che l'espressione fenotipica della lesione patologica diffusa nella tonaca albuginea (Induratio penis plastica--localized or diffusive fibromatosis of tunica albuginea penis?).

Leggi tutto: Induratio Penis Plastica e Tonaca Albuginea

Verapamil è un calcio-antagonista studiato per inibire selettivamente il flusso di ioni calcio sia nel muscolo cardiaco e nelle cellule responsabili della conduzione intracardiaca, nonché nelle arterie coronarie e sistemiche. Il razionale per l'uso nel trattamento intralesionale di pazienti con IPP si basa sui dati in vitro che dimostrano trasporto di molecole della matrice extracellulare che includono collagene, fibronectina , e GAG come processo calcio-dipendente (Roth et al, 1996).

Leggi tutto: Induratio Penis Plastica: Verapamil e Ionoforesi

Il propolis è una sostanza resinosa raccolta dalle api da miele (Apis Mellifera) ed utilizzata all'interno dell'alveare per sigillare e rinforzare le pareti, proteggere dalla luce e come difesa nei confronti di aggressori esterni. Sono note da molto tempo le sue proprietà benefiche, divulgate per lo più attraverso pubblicazioni di larga diffusione derivanti dalla tradizione e dalla cultura popolare.

Leggi tutto: Propoli, studi clinici

Terapia con onde d'urto extracorporee (ESWT) per il trattamento della malattia di Peyronie (PD) è controverso. Lo scopo è studiare l'efficacia di ESWT da uno studio randomizzato controllato con placebo.

Leggi tutto: Induratio Penis Plastica e Onde d'urto

eng flagForeign user? Visit our international web site: https://curved-penis.com/